Skip to main content

SIDERNO CONFERISCE LA CITTADINANZA ONORARIA AL MILITE IGNOTO E SCRIVE UNA NUOVA PAGINA DI STORIA

By 03/11/2022Politica, Attualità3 min read
SIDERNO CONFERISCE LA CITTADINANZA ONORARIA AL MILITE IGNOTO E SCRIVE UNA NUOVA PAGINA DI STORIA - Incipit - sistema comunicazione

In un Consiglio Comunale straordinario, appositamente convocato e con un unico punto all’ordine del giorno, Siderno ha scritto una nuova pagina della sua storia, deliberando all’unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto.

La proposta era stata avanzata già lo scorso anno dall’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, e quest’anno in occasione del centenario della traslazione del Milite Ignoto all’Altare della patria, il Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor Militare d’Italia, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani, ha avviato il progetto Milite Ignoto, Cittadino d’Italia per il conferimento della cittadinanza onoraria da parte di tutti i Comuni italiani. L’Amministrazione Comunale di Siderno, considerata l’importanza dell’evento, al fine di un degno riconoscimento di tutti i caduti sidernesi nelle guerre, e recependo la sollecitazione dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia ha fatto propria la proposta dedicando l’intero dibattito del consiglio comunale all’argomento, sul valore e sul significato che il milite ignoto ha per tutti gli italiani.

La sala consigliare ha visto la partecipazione di una numerosa rappresentanza dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, di altre associazioni e di cittadini sidernesi. Ad aprire la seduta il presidente Alessandro Archinà, che ha ricordato l’importanza dell’evento e ha chiesto che il punto all’ordine del giorno venisse, a conclusione del dibattito, votato da tutti i consiglieri all’unanimità.

SIDERNO CONFERISCE LA CITTADINANZA ONORARIA AL MILITE IGNOTO E SCRIVE UNA NUOVA PAGINA DI STORIA - Incipit - sistema comunicazione

“Oggi il Consiglio Comunale – ha affermato il sindaco Mariateresa Fragomeni aprendo il dibattito – riconosce l’universalità, l’attualità, e l’importanza del messaggio di unità e identità nazionale che il Milite Ignoto veicola, onorando tutti i caduti di guerra e fra questi anche i propri concittadini. Come sindaco mi ritengo fermamente convinta che quello del Milite Ignoto debba essere un esempio di valori anche per le future generazioni. Anche per i nostri giovani studenti che saranno presto chiamati ad essere protagonisti attivi nelle nostre comunità. Il Milite Ignoto è un esempio per il quale ognuno debba svolgere il proprio dovere. Mai in modo autoreferenziale, mai per acquistare un’autorità fine a se stessa ma, sempre tenendo di vista che il proprio dovere fa parte di un insieme comunitario, istituzionale, sociale e debba essere sempre indirizzato al bene comune e ai valori costituzionali a cui in concreto tutti noi dobbiamo tendere. Questo atto – ha concluso il sindaco – che è il più importante riconoscimento che possa essere deliberato dalla comunità rappresenta lo strumento ideale per istituire il giusto valore ad un così significativo pezzo della nostra storia”. Dai banchi del Consiglio tutti i gruppi hanno dichiarato affermativamente l’importanza dell’atto. Domenico Catalano, Massimo Diano e Stefano Archinà per la minoranza e Giusy Massara e Vittoria Luciano. Qualche sollecitazione all’Amministrazione comunale l’ha lanciata con il suo intervento Stesano Archinà.

“Dispiaciuto – ha dichiarato – per le occasioni perse, per lavorare assieme su temi e valori che uniscono e rafforzano il senso di appartenenza”. Alle frecciate di Archinà hanno risposto i consiglieri Davide Lurasco e Giusy Massara. Ma il dibattito sulle “frecce” lanciate da Archinà si è fermato e lo stesso consigliere ha dichiarato che le sue parole non intendevano innescare nessuna polemica. Alla fine su richiesta del consigliere Domenico Sorace è stata letta la delibera dell’attribuzione della cittadinanza al Milite Ignoto.  

© Incipit sistema comunicazione

designed by MM design & comunicazione.