π’πˆπƒπ„π‘ππŽ π’π„πŒππ‘π„ ππˆπ”β€™ π‚πˆπ“π“π€β€™ πƒπ„π‹π‹πŽ π’ππŽπ‘π“

di Reba Reitano

Il Palazzetto dello Sport Eunice Kennedy Shriver a Siderno in questo fine settimana Γ¨ stata la location ideale dove si Γ¨ svolto il primo trofeo danze accademiche e la prima coppa Calabria di karate. Danza e karate protagonisti assieme a 700 atleti di un evento sportivo organizzato dall’Associazione Free Life di Gioiosa Ionica di Rosella Barillaro, patrocinato dall’ente di promozione sportiva Libertas – Coni e dal Comune di Siderno.

Una due giorni all’insegna dello sport che ha visto ancora la cittadina dedita sempre piΓΉ allo sport e al turismo sportivo che sempre piΓΉ si sta implementando nella Locride.

La prima, delle due giorni, Γ¨ stata dedicata alla danza e ha visto sfidarsi talentuosi ballerini provenienti da diverse scuole Calabresi che hanno celebrato l’arte dello stare sulla punta dei piedi in tutte le sue forme.

Durante le gare i numerosi spettatori hanno potuto godere anche della coreografia interpretata dagli atleti della ASD I Girasoli della Locride, ospiti della manifestazione che hanno reso l’atmosfera carica di emozione.

Presenti alla manifestazione ospite illustri del panorama sportivo nazionale e regionale: Walter MalacrinΓ² Sport e Salute, Francesca Todarello membro commissione nazionale Moovie Danza, Francesco Decaria presidente nazionale Libertas e direttore generale Moovie Danza, Antonio LaganΓ  Consigliere nazionale Panathlon giΓ  arbitro olimpico di lotta, Paola Tripodi arbitro mondiale di pesistica, Stelle d’Oro Coni, Angelo Surfaro Fiduciario Coni collaboratore nazionale Libertas Karate, Vincenzo Mazzaferro vicepresidente provinciale Unpli.

A fare gli onori di casa il delegato allo sport dell’Amministrazione Comunale sidernese, il consigliere di maggioranza Davide Lurasco che ha invitato l’organizzazione dell’evento, la ASD Free Life di Gioiosa Ionica, rappresentata dalla direttrice Rosella Barillaro, a lavorare insieme per accrescere l’evento rendendolo un appuntamento annuale di caratura nazionale.

La seconda giornata ha visto come protagonista il karate nelle sue diverse sfaccettature, numerosi i partecipanti di diverse etΓ  hanno gareggiato indossando con orgoglio i loro karategi.

“Bisogna insegnare il fair play, l’essere leali e – ha ricordato Francesca Todarello – saper affrontare gli avversari, questo Γ¨ uno dei compiti dei maestri”.

Anche nella seconda giornata la ASD de i Girasoli della Locride, ormai conosciuta a livello nazionale, Γ¨ stata ospite della manifestazione ed i suoi atleti, indossati i karategi, hanno dato dimostrazione delle loro abilitΓ  nel kata, grazie al lavoro dei loro maestri Surfaro e D’Agostino.

Una prima edizione ricca di emozioni e di giovani atleti che un giorno potranno diventare campioni a livello nazionale.