MEDAGLIE A GOGO PER I GIRASOLI DELLA LOCRIDE AI GIOCHI NAZIONALI ESTIVI SPECIAL OLIMPICS

π“πŽπ‘πˆππŽ

Lungo le vie torinesi, in questi giorni, si aggirano tante magliette gialle come il sole della Calabria dalla quale provengono, queste sono la polisportiva dei I Girasoli della Locride.

Atleti speciali che dal 4 al 9 giugno partecipano alla XXXVII edizione dei Giochi nazionali estivi della Special Olympics.

Cinque giorni durante i quali I Girasoli della Locride incontrano altri atleti provenienti da tutte le regioni italiane, dimostrando di non essere disabili ma solo di possedere diverse abilitΓ .

Gli atleti dell’ASD I Girasoli della Locride, Special Olympics team Calabria, hanno conquistato medaglie in varie discipline

Nel nuoto i Girasoli, dopo le gare preliminari, hanno affrontato le finali raggiungendo il podio con l’atleta Gabriele Furfaro che ha conquistato la medaglia d’oro nei 10 m assistiti e nei 15 m non assistiti

Francesca PennestrΓ­ ha conquistato la medaglia di bronzo nei 25 m stile libero e Andrea SpanΓ², il piΓΉ piccolo all’interno della polisportiva, si Γ¨ classificato settimo conquistando tutti i presenti con la sua gioia contagiosa. Questi traguardi sono stati raggiunti grazie al lavoro svolto dal team dei tecnici guidato da Isabella Girasoli e composto da: Reba Reitano, Rosanna VillivΓ , Franco Sgroi, Lidia Parrelli e Antonella Furfaro.

La squadra di basket guidata dai tecnici, Maria CallΓ  e Roberto Schirripa e formata dagli atleti: Giuseppe Sgroi, Felice Bruzzese, Matteo Mandarano, Michele Lombardo, Stefano ArchinΓ , Romano Piccolo, e i partners, Valerio Piccolo, Alessandra Piccolo e Antonio CallΓ , nel 5 Vs 5 si Γ¨ classificata al terzo posto conquistando la medaglia di bronzo.

Gli atleti hanno dato il meglio di loro, tenendo tutti con il fiato sospeso in una partita che li ha visti inizialmente in svantaggio, per poi rimontare grazie al lavoro di squadra e ai canestri da tre punti fatti da Matteo che sembrava LeBron James, ma la fortuna non sempre Γ¨ benigna e cosΓ¬ la partita si Γ¨ conclusa all’ultimo secondo con un canestro della squadra avversaria che da decretato la sconfitta del team. È stata una partita’ troppo bella’ come dicono loro.

La squadra di bowling guidata da Franco Sgroi e Ugo Gargano ha portato alla polisportiva altri riconoscimenti importanti, nel doppio unificato hanno gareggiato Francesco Albanese e il partner Franco Sgroi posizionandosi al terzo posto.

Nel bowling individuale:

Stella Maria Maiolo Γ© oro,

Veruska Circosta argento,

Cinzia Barbiero bronzo e, Francesco Albanese quarto.

Il volley, disciplina che i ragazzi praticano da un anno, guidati dal tecnico Anna Condemi, ha visto Rocco Pio e Natasha Parrelli cimentarsi nelle gare preliminari conquistando, rispettivamente, il secondo e il terzo posto. Le loro gare non sono ancora giunte al termine.

Nel calcio, guidato dal tecnico Rosalba Varacalli, Alessio Passarelli si destreggia tra trick e movenze da n. 10 ed Γ¨ pronto ad arricchire il medagliere de I Girasoli della Locride.

E, infine, c’Γ¨ il karate kata, arte marziale che insegna ad educare corpo e mente, guidato dal maestro Angelo Surfaro, l’allenatrice Teresa Agostino, la cui squadra ha conquistato ben 9 ori e 5 argenti.

Nelle loro gare si respirava concentrazione, disciplina, elementi fondamentali per lo svolgimento del kata che consiste nell’esecuzione di mosse che rappresentano un combattimento reale contro avversari immaginari.

Nel kata individuale si sono cimentati gli atleti: Mario Santacroce oro e argento, Federica Scormito oro e argento,

Roberto Mazzaferro due ori. Caterina Gargano due ori.

Nel kata a squadre: Mario Santacroce un argento, Federica Scormito un oro e un argento, Roberto Mazzaferro un oro, Caterina Gargano un oro e un argento.

Il maestro Angelo Surfaro Γ¨ stato nominato Ufficialmente arbitro nazionale Special Olympics, con consegna della cravatta dal responsabile nazionale GaudΓ­. Un successo che premia il lavoro instancabile e professionale di un maestro, per 10 anni arbitro mondiale di karate che Γ© parte integrante della famiglia dei Girasoli.

I Girasoli della Locride, con la loro prima partecipazione ai Giochi nazionali Special Olympics, hanno dimostrato che ci sono, che la loro gioia e voglia di vivere sono contagiose, che hanno delle grandi abilitΓ  e tanta determinazione.

Ma ancora il medagliere puΓ² essere arricchito dai nostri atleti che si andranno a cimentare nel calcio, nel volley e nel nuoto, perciΓ² continuiamo a tifare per Alessio, Natasha, Rocco Pio e Andrea e per la squadra di basket.

#incipitsistemacomunicazione#asdigirasolidellalocride#diarybook#giochinazionaliestivi#TORniamoINcampO#nuoto#volley#football#amorvincitomnia#torino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarΓ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *