Skip to main content

STUDENTI CALABRESI EMBLEMA ALLE OLIMPIADI DI ASTRONOMIA SVOLTE IN ROMANIA

By 14/11/2022Attualità, Cultura, News2 min read
STUDENTI CALABRESI EMBLEMA ALLE OLIMPIADI DI ASTRONOMIA SVOLTE IN ROMANIA - Incipit - sistema comunicazione

Tre studenti calabresi si distinguono per preparazione e capacità alle ultime Olimpiadi internazionali di Astronomia (II IRAO 2022), dove l’Italia si è aggiudicata due argenti e tre bronzi grazie ai risultati raggiunti dai tre componenti del team nazionale azzurro che provengono da Reggio Calabria. Si tratta di Raffaello Pio Marino del Liceo classico “Campanella” (bronzo), Marco Carbone (argento) e Alessandra Mandaglio (diploma di merito) entrambi del Liceo scientifico “Da Vinci”. Appresa la notizia, il Vicepresidente della Calabria con delega all’Istruzione, Giusi Princi ha fortemente voluto incontrare gli studenti calabresi.

“La Calabria deve essere molto orgogliosa, perché – ha affermato Giusy Princi – i suoi studenti continuano a distinguersi in Italia e nel mondo, dimostrandosi emblema per eccellenza di quel riscatto sociale, che passa soprattutto dalla cultura, che la nostra Regione sta portando avanti a testa alta e con tenacia.”

Il Vicepresidente ha accolto in Consiglio regionale i tre ragazzi reggini della squadra italiana, accompagnati dai docenti e dalla componente del Planetario. Ragazzi che non hanno dato lustro solo alla regione, ma anche hanno dato un contributo determinante ai risultati dell’Italia intera.

STUDENTI CALABRESI EMBLEMA ALLE OLIMPIADI DI ASTRONOMIA SVOLTE IN ROMANIA - Incipit - sistema comunicazione

“Sono fiera di questi tre ragazzi, della qualità della scuola calabrese e delle strutture formative che supportano l’istituzione scolastica; nel caso specifico il Planetario Pythagoras della Città metropolitana di Reggio Calabria. Rappresentano quella sana immagine di caparbietà tipica calabrese che non è altro che l’assunto da cui ogni giorno prendiamo spunto per migliorare tutto il sistema Istruzione della regione. Una terra che, nonostante tutto, continua a stupire e stupirci – aggiunge Giusi Princi – dandoci costanti incentivi a lavorare in questa direzione, gettando basi solide per il futuro di questi ragazzi, che dobbiamo assolutamente cercare di trattenere qui. Non con azioni coercitive, ma con la forza delle idee. I miei più fervidi complimenti a studenti brillanti come Raffaello, Marco e Alessandra, ma al contempo a chi li ha portati a raggiungere questi risultati, con enorme impegno. Pertanto, ringrazio i Dirigenti scolastici dei due licei, Carmela Lucisano e Francesco Praticò, i rispettivi docenti di matematica e fisica, le professoresse Adriana Basile e Myriam Calipari, lo staff del planetario provinciale, con in testa la referente scientifica Angela Misiano Martino, ottimamente coadiuvata da Marica Canonico e Rosario Borrello. L’attuale è uno dei tanti risultati che va ad aggiungersi ai grandi riconoscimenti, nazionali ed internazionali, raggiunti ha concluso il vice presidente della Regione Calabria Princi –  dagli studenti calabresi in ambito astronomico, a cui ha fattivamente contribuito il personale del Planetario Pythagoras di Reggio Calabria. Planetario a cui rivolgo pertanto il mio personale ringraziamento per supportare da anni, gratuitamente, le istituzioni scolastiche nella formazione scientifica dei nostri studenti.”

© Incipit sistema comunicazione

designed by MM design & comunicazione.