Skip to main content

π‚π€π“π€ππ™π€π‘πŽ, π“π”πŒπŽπ‘πˆ: πƒπŽπŒπ„ππˆπ‚π€ 𝐋𝐀 ππ‘πˆπŒπ€ ππ€π’π’π„π†π†πˆπ€π“π€ 𝐈𝐍 π‘πŽπ’π€

By 14/10/2022SanitΓ 3 min read
π‚π€π“π€ππ™π€π‘πŽ, π“π”πŒπŽπ‘πˆ: πƒπŽπŒπ„ππˆπ‚π€ 𝐋𝐀 ππ‘πˆπŒπ€ ππ€π’π’π„π†π†πˆπ€π“π€ 𝐈𝐍 π‘πŽπ’π€ - Incipit - sistema comunicazione

Domenica 16 ottobre, a Catanzaro, Γ¨ in programma laΒ Prima Passeggiata in RosaΒ CittΓ  di Catanzaro, iniziativa di sensibilizzazione sul tumore alla mammella, organizzata dal centro multidisciplinare di senologia (Breast Unit),Β che opera all’interno dell’azienda ospedaliera β€œPugliese-Ciaccio”, coordinato dal dottorΒ Francesco Abbonante.

Una iniziativa patrocinata dal Comune di Catanzaro, che partirΓ  alle 10 dal porto di Catanzaro Lido e che Β«merita l’attenzione massima – ha dichiarato la vicesindaca, Giusy Iemma all’Ansa β€“. Per ragioni innanzitutto culturali, perchΓ© serve a innalzare ulteriormente il livello di sensibilitΓ  tra le donne nei confronti di un patologia per la quale si puΓ² e si deve fare prevenzioneΒ».

Β«Sottoporsi periodicamente a controlli, monitorare le proprie condizioni, farlo senza ansie o preoccupazioni ingiustificate ma con serenitΓ  – ha proseguito – aiuta a conservare il proprio stato di salute e quindi puΓ² salvare la vita. Soprattutto alla luce del fatto che il carcinoma della mammella Γ¨ il tumore piΓΉ frequente nel sesso femminile, la principale causa di morte per tumore nelle donne occidentali, ed Γ¨ la prima causa di morte per le donne fra i 40 ed i 50 anni. Ma il sostegno alla Passeggiata in Rosa Γ¨ dettato anche dalla necessitΓ  che l’opinione pubblica sia informata e non scelga dove curarsi in base ai pregiudizi o ai sentito direΒ».

Β«La Breast Unit della Pugliese-Ciaccio Γ¨ un centro multidisciplinare, organizzato secondo le linee guida nazionali e internazionali – ha detto ancora –. Un’eccellenza, dimostrata oggettivamente dai volumi di prestazioni erogate e dalla qualitΓ  degli esiti delle prestazioni, valutati secondo criteri definiti e condivisi dalla comunitΓ  medico scientifica.  MultidisciplinarietΓ  significa che la paziente viene seguita da una Γ©quipe di professionisti di diverse aree mediche che operano all’interno di un’unica struttura. Ed Γ¨ questo a fare la differenza: Γ¨ dimostrato, infatti, che il trattamento del tumore della mammella in centri multidisciplinari, aumenta le possibilitΓ  di sopravvivenza e migliora la qualitΓ  di vitaΒ».

All’iniziativa parteciperΓ  anche il consigliere comunale e capogruppo di Rinascita di Catanzaro, Gianni Parisi, che condivide appieno e senza riserve Β«la lungimirante azione di sensibilizzazione portata avanti con grande passione e vero spirito di servizio dal dott. Francesco Abbonante coordinatore clinico della Breast Unit AOPC CatanzaroΒ».

Β«La Politica, tutta, e l’Amministrazione Comunale di Catanzaro – ha evidenziato – ha il dovere di supportare attivamente ogni iniziativa finalizzate alla salvaguardia e tutela del diritto alla Salute dei cittadini. Ognuno deve, responsabilmente, contribuire a migliorare il livello di assistenza sanitaria nella nostra Regione e provare a minimizzare piΓΉ che possibile il dramma rappresentato dall’emigrazione sanitaria.
CiΓ² sarebbe possibile con l’effettiva realizzazione di una rete Senologica regionale che, nel caso della Brest Unit, tenda ad azzerare la migrazione sanitaria per il cancro della mammellaΒ».

Β«Oggi circa il 50% delle donne affette da cancro della mammella fuggono dagli ospedali calabresi per la mancata attivazione di organizzazioni multidisciplinari – ha proseguito – quali appunto le Breast Unit, che invece potrebbero assicurare il completo percorso delle cure alle donna affetta da patologia tumorale della mammellaΒ».

Β«Lo sforzo comune dovrΓ , pertanto – ha continuato – essere quello di cooperare per il potenziamento della Breast Unit dell’Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro che Γ¨ l’unica Breast Unit, attualmente completa in ogni figura  professionale, per come previsto dai protocolli delle societΓ  scientifiche che governano l’assistenza delle donne ammalate di cancro della mammella. CosΓ¬ come si dovranno completare le Breast Unit di Reggio di Calabria e di CosenzaΒ».

Β«Domenica prossima, con la nostra presenza daremo forza alla β€œsquadra” del dott. Francesco Abbonante – ha concluso – che sta cercando, non tra poche difficoltΓ , di porre fine alla vergognosa migrazione sanitaria per il tumore della mammellaΒ».

Β© Incipit sistema comunicazione

designed by MM design & comunicazione.