Skip to main content

๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข

By 07/10/2022News2 min read
๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข - Incipit - sistema comunicazione

๐Ÿฑ๐Ÿฎ ๐—”๐—ก๐—ก๐—œ ๐—ข๐—ฅ๐—ฆ๐—ข๐—ก๐—ข ๐—” ๐—š๐—˜๐—ก๐—ข๐—ฉ๐—” โ€œ๐—Ÿ๐—” ๐— ๐—”๐——๐—ฅ๐—˜ ๐——๐—˜๐—Ÿ๐—Ÿ๐—˜ ๐—”๐—Ÿ๐—Ÿ๐—จ๐—ฉ๐—œ๐—ข๐—ก๐—œโ€ ๐Ÿฎ๐Ÿฌ๐Ÿฌ๐Ÿฌ ๐—ฆ๐—™๐—ข๐—Ÿ๐—Ÿ๐—”๐—ง๐—œ, ๐Ÿฐ๐Ÿฏ ๐— ๐—ข๐—ฅ๐—ง๐—œ, ๐Ÿด ๐——๐—œ๐—ฆ๐—ฃ๐—˜๐—ฅ๐—ฆ๐—œ, ๐—ฃ๐—œ๐—จ’ ๐——๐—œ ๐Ÿญ๐Ÿฌ๐Ÿฌ ๐—™๐—˜๐—ฅ๐—œ๐—ง๐—œ
๐—™๐—ผ๐˜๐—ผ๐—ด๐—ฎ๐—น๐—น๐—ฒ๐—ฟ๐˜†

Sono trascorsi 52 anni. Come oggi a Genova iniziava una delle peggiori alluvioni che abbiano colpito la cittร  ligure. Ancora oggi, come dopo lโ€™alluvione, ogni anno ai primi di ottobre lo spettro di quel giorno 7 del 1970, 52 anni fa, torna a farsi vivo tra i genovesi. Ci son voluti mesi, anni affinchรฉ i genovesi rialzassero la testa e rimarginassero le ferite lasciate da 900mm di pioggia in 24 ore. Lโ€™acqua inondรฒ la cittร . Montagne di auto e morti. Al cimitero di Staglieno, il piรน grande dโ€™Europa, le bare galleggiavano sino ad arrivare alla foce del piรน imponente torrente che attraversa la cittร : il Bisagno. Chi passeggia ancora oggi lungo il corso del torrente, nella zona di Sant’Agata, puรฒ vedere le rovine di un antico ponte medievale: non รจ crollato con l’azione del tempo, della guerra, ma con la terribile alluvione di Genova del 7 e 8 ottobre 1970. Quello รจ solo uno dei tanti simboli di quel tragico evento, che causarono in cittร  e nell’entroterra 35 morti, 8 dispersi e almeno 100 feriti. Per non parlare degli sfollati, oltre 2mila, e dei gravi danni alle forniture di gas, luce e acqua. A 52 anni di distanza, sono ancora tante le persone che ricordano l’alluvione postando foto sui social che documentano il disastro e la grande spinta di solidarietร  che, come sempre, aiutรฒ i genovesi a rialzarsi. In quei due giorni di ottobre, una serie di precipitazioni fortissime, incessanti e intense, causรฒ l’esondazione di Bisagno, Fereggiano e Leira, e la piena di Polcevera, Sturla e Chiaravagna.

Tutto iniziรฒ la sera del 7 ottobre a Voltri, con l’esondazione del Leira che – da sola – costรฒ la vita a 13 persone. La perturbazione si spostรฒ velocemente piรน a levante, a Sestri Ponente, e poi nelle zone di Quezzi, Molassana, San Fruttuoso, Marassi Brignole, e ovviamente alla Foce. Anche in provincia furono accertati gravi danni: vennero colpiti almeno altri 20 comuni, tra i quali, soprattutto, Masone. Anche le violente mareggiate ebbero una parte fondamentale: le onde impedivano infatti all’acqua dei torrenti di defluire in mare, causandone la piena e l’esondazione. Scene che, negli anni recenti, abbiamo avuto occasione purtroppo di rivedere: l’acqua che corre come impazzita per le strade portando via tutto, un mare di fango, la grande solidarietร  dei genovesi che per fortuna non รจ mai mancata, e che si sono rimboccati da subito le maniche per dare una mano spalando il fango e facendo tutto il necessario per rialzare dignitosamente le sorti della cittร .

๐…๐จ๐ญ๐จ๐ ๐š๐ฅ๐ฅ๐ž๐ซ๐ฒ

๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข - Incipit - sistema comunicazione

๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข - Incipit - sistema comunicazione
๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข - Incipit - sistema comunicazione
๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข - Incipit - sistema comunicazione
๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข - Incipit - sistema comunicazione
๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข - Incipit - sistema comunicazione
๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข - Incipit - sistema comunicazione
๐—œ๐—Ÿ ๐—ฅ๐—œ๐—–๐—ข๐—ฅ๐——๐—ข - Incipit - sistema comunicazione

ยฉ Incipit sistema comunicazione

designed by MM design & comunicazione.