Skip to main content

π‹πˆππ‘πˆ – ππ„π‹π‹πŽ π’π“π„π’π’πŽ π†πˆπŽπ‘ππŽ

By 05/10/2022News1 min read
π‹πˆππ‘πˆ - ππ„π‹π‹πŽ π’π“π„π’π’πŽ π†πˆπŽπ‘ππŽ - Incipit - sistema comunicazione

π—₯&𝗣

Sei storie come tante, sei giornate lavorative iniziate con gli orari, i ritmi e la routine quotidiana di sempre e concluse senza timbrare il cartellino in uscita. Sei β€œmorti bianche” per citare quell’espressione un po’ ipocrita e melliflua con la quale vengono definitivi gli incidenti mortali sul lavoro.

Nel suo ultimo libro β€œNello stesso giorno” (Laruffa editore Reggio Calabria, 2022) lo scrittore geracese Mimmo Femia racconta sei storie diverse ma con un finale simile, accadute in un tragico giorno di metΓ  dicembre. Lo fa con la stessa naturalezza, sensibilitΓ  e profonditΓ  con cui aveva raccontato la battaglia di sua moglie contro una malattia sconfitta con la forza dell’amore e altre tematiche spinose come la violenza di genere.

Lo fa con cognizione di causa e dovizia di particolari, lanciando un messaggio dal grande impatto sociale, amplificato dalla bella prefazione del segretario generale del sindacato degli edili Filca Cisl Enzo Pelle, suo concittadino.

Un libro, quello di Femia, da leggere e rileggere perchΓ© fissa nella memoria (e soprattutto nell’anima) un dramma – ahinoi – quasi giornaliero e che spesso finisce per occupare le parti marginali di quotidiani e telegiornali come se morire sul lavoro, nell’Italia di oggi, non facesse piΓΉ notizia.

Sabato 8 ottobre alle 17,30 verrΓ  presentato nello spazio culturale β€œMAG. La ladra di libri” di Siderno. Gianluca Albanese dialoga con l’autore

π‹πˆππ‘πˆ - ππ„π‹π‹πŽ π’π“π„π’π’πŽ π†πˆπŽπ‘ππŽ - Incipit - sistema comunicazione

Β© Incipit sistema comunicazione

designed by MM design & comunicazione.