Skip to main content

π—₯π—’π—–π—–π—˜π—Ÿπ—Ÿπ—”: π—¦π—˜π—–π—’π—‘π——π—’ π—Ÿπ—œπ—•π—₯𝗒 π——π—œ π—Ÿπ—¨π—šπ—Ÿπ—œπ—’ π—œπ—‘ π—£π—œπ—”π—­π—­π—” π——π—’π—šπ—”π—‘π—”

By 12/07/2022Cultura, News, Sociale2 min read
π—₯π—’π—–π—–π—˜π—Ÿπ—Ÿπ—”: π—¦π—˜π—–π—’π—‘π——π—’ π—Ÿπ—œπ—•π—₯𝗒 π——π—œ π—Ÿπ—¨π—šπ—Ÿπ—œπ—’ π—œπ—‘ π—£π—œπ—”π—­π—­π—” π——π—’π—šπ—”π—‘π—” - Incipit - sistema comunicazione

Francesco Musmeci, Ciccio , autore de β€œIl calabrese” Γ¨ un pescatore. Ha fatto anche altro nella vita ma il mare Γ¨ la sua dimensione, il suo β€œluogo dell’anima”. E credo sia stato proprio il mare con il suo perenne riproporsi, ad insegnargli che le emozioni, grandi o piccole, belle o brutte che siano, non finiscono quando la pelle perde l’accapponamento e il battito del cuore torna regolare. In quel momento entrano nell’inconscio e restano lΓ¬ fino a quando qualcosa le risveglia. Quel qualcosa per Ciccio si chiama voglia di narrare e lui ha imparato a farlo con semplicitΓ  e fantasia, senza togliere nulla ai sentimenti d’amore o di odio. Il primo libro che ha scritto racconta della sua vita da marinaio, il secondo (che finalmente a un anno dalla stampa, verrΓ  presentato in Piazza Dogana a Roccella domani, mercoledΓ¬ 13 luglio alle 18,30) della terra dove Γ¨ nato: la Calabria. Il Calabrese Γ¨ un personaggio, ma Γ¨ la Calabria la protagonista con i suoipaesaggi incredibilmente dolci e allo stesso tempo duri, con le sue persone straordinariamente umane o crudeli se il destino vuole. Parla d’amore, questo libro e di famiglia e di scelte, e per raccontare Musmeci parla anche di borghi, di terra, di fuoco, di lupi, di musica, di desideri, di dolori, di lutti, di stagioni.

… β€œPoco importa allora che storia racconta, in questo viaggio dice a sΓ© qualcosa che vale per tutti ” Questa frase tratta dalla quarta di copertina Γ¨ stata quella che ha determinato la scelta delle due persone che dialogheranno con Francesco Musmeci domani sera: il Dottor Domenico Campisi che per mestiere ha a che fare con la vita e con la morte presenti in ogni riga del libro e il Preside Vito Pirruccio che, arrivato alla pensione, ha come bagaglio le emozioni delle centinaia di bambini e ragazzi che ha accompagnato nelle sue scuole, che potrebbero essere simili a quelle di Gioia il bambino che nel libro nasce, cresce e sceglie dove portare il proprio destino.

Come amica di Ciccio e scrittrice potrei dire tante cose, aggiungo solo che spero che i relatori parlino della storia del Lupo, perchΓ© quel breve capitolo esplode di sentimenti.

Β© Incipit sistema comunicazione

designed by MM design & comunicazione.