IL NUOVO PRESIDENTE ALL’ARCHIVIO PRETIANO SI PRESENTA CON UNA PREZIOSA DONAZIONE DI LIBRI

L’Archivio Pretiano, in fase di allestimento e di prossima apertura al piano nobile dell’antico Palazzo Gironda Veraldi nel cuore della città natale di Gregorio e Mattia Preti avrà un nuovo presidente. Si tratta del professor John Thomas Spike, storico dell’arte, autore e consulente statunitense, specializzatosi nei periodi del Rinascimento e del Barocco Italiano. Lo ha nominato l’Amministrazione del borgo dell’entroterra catanzarese, che con un preciso punto all’ordine del giorno, dell’ultimo Consiglio Comunale, ha fatto propria la proposta arrivata dalla Direzione del Museo civico.

“Lo studioso, già cittadino onorario di Taverna, nominato dal Consiglio d’Europa come Esperto in Beni Culturali – è detto in un comunicato dell’istituzione museale – accettando l’incarico ha espresso con inusitata gratitudine la volontà di voler contribuire alla fattiva crescita dell’archivio internazionale, mediante la donazione della sua preziosa biblioteca d’arte, costituita da oltre settemila volumi; atto liberale di straordinaria importanza che conferma il ruolo determinante di John T Spike nell’azione di valorizzazione dell’opera pretiana nel mondo, in un passaggio di ‘testimone’ idealmente consegnato da Alfonso Frangipane, il cui grande lavoro, protrattosi fino al 1970, precedette la sua tesi di dottorato discussa all’Università di Harvard e dedicata proprio all’opera omnia del Cavalier Calabrese”.

Pubblicità

    “Le fasi esecutive del programma di digitalizzazione del vasto patrimonio documentale raccolto negli archivi del Museo Civico di Taverna dal 1990 ad oggi – è detto ancora nel comunicato – saranno avviate nei prossimi giorni, grazie alla cura congiunta di John T Spike e Giuseppe Valentino, con la fattiva collaborazione degli operatori impegnati nel progetto di Servizio Civile Universale ‘La bellezza dell’Arte e della Cultura”.